APOCALYPSE WORLD 2nd Edition

Cerco giocatori per una campagna di Apocalypse World 2nd Ed su Roll20:

https://app.roll20.net/join/3206598/ia2ovA

Questo è il link alla partita, si parte giovedì 26 aprile ore 20:00

yanhu.gdr@mail.com

Nessuno ricorda come o perché. Forse nessuno l’ha mai saputo. I sopravvissuti più anziani ne hanno ricordi infantili: città in fiamme, la società nel caos e poi al collasso, famiglie terrorizzate in fuga, le strane notti in cui il cielo ardente faceva della mezzanotte un meriggio color sangue, il clima letteralmente impazzito.
Ora il mondo non è più ciò che era, un evento fatidico, l’Apocalisse, lo ha cambiato per sempre. Chiudi gli occhi, apri la mente: lo senti?… Qualcosa non va. Alle soglie della percezione si agita una presenza ululante, onnipresente, carica d’odio e terrore, che ti sussurra nella testa verità e menzogne, che ti propone illusioni e speranze, che ti alimenta di sogni e incubi. Lo chiamano Maelstrom Psichico, nessuno sa veramente cosa sia e nessuno ne è immune; le religioni monoteiste si sono scisse e divise davanti al mistero, e nuovi culti, nuovi profeti sono comparsi per guidare le sorti dell’umanità nel cammino oscuro.

A cinquant’anni dall’Apocalisse, Toxity sta faticosamente cercando di riemergere dalle barbarie in cui è caduta: le scarse fonti di sostentamento sono sufficienti per la popolazione ridotta, seppure siano contese da gruppi di potere, più o meno grandi, più o meno spietati nel garantirsi la sopravvivenza a scapito di altri.
La città è all’alba di una nuova era, dilaniata da un lato dalla lotta tra bande criminali e gruppi armati per il controllo di centrali eneretiche, fabbriche e centri di approvvigioanmento, e dall’altra dai profughi affamati e disperati che, raggiunta la città, reclamano diritti e il cibo necessario a sopravvivere. C’è bisogno di stabilire un ordine sociale prima che la città si trasformi in un carnaio.

L’isolamento di Toxity e delle comunità sopravvisute è stato lentamente superato, le distanze sono state colmate da intrepidi esploratori che hanno mappato il nuovo mondo che si è dischiuso davanti ai loro occhi: a sud, oltre la Distesa, la città di Seclusion, porto di sbarco per i mutanti provenienti da Ailmoor, affaccia sul mare; a est la città deserta di Abandale è contesa tra gruppi e clan di sopravvissuti, nessuno dei quali però in grado di stabilire il predominio sugli avversari; a nord, oltre la catena montuosa dei Picchi, giacciono territori freddi e inospitali, ma ricchi di giacimenti e materie prime, mentre a ovest la pianura cede il posto a un arco collinare, al di là del quale si trovano territori abitati da diverse comunità, con le quali si è instaurato un rapporto di necessaria collaborazione e di celata competizione.

La violenza e la legge del più forte sembrano essere ancora l’unico vademecum in grado di garantire la sicurezza e l’incolumità a Toxity: le famiglie, i clan, le tribù, le bande si sono consolidate nel corso degli anni, e ciascuna di loro ha ambizioni e mire per il controllo della città. Il neo eletto governo cittadino, espressione dei ricchi e potenti industriali e latifondisti, non sembra tenere in conto la rabbia crescente della popolazione, sfruttata per un tozzo di pane nelle fabbriche oppure obbligata a un’esistenza di miseria e stenti, concentrato unicamente sulla nuova era di commercio e difesa dei confini.

Yanhu

Pubblicato da Yanhu

Adoro il Gioco di Ruolo e la creatività che esso comporta. Sono un Game Master per natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.