6 commenti su “Campagna L5r”

  1. Zero_

    giancarlo Vai al profilo 23 Febbraio 2017 – 21:54

    Ne ho fatte molte, e la maggior parte dei consigli che mi vengono in mente riguarda il regolamento
    A prescindere dall’edizione che decidi di usare tieni presente che il regolamento è letale, e diventa tanto più letale tanto più si sale di livello
    Un personaggio con un punteggio basso di abilità e caratteristica ha pochissime possibilità di vincere contro qualcuno più abile
    Ma c’è un grab numero di effetti,tecniche e incantesimi che di dicono: supera un confronto di X/Y contro chi ti attacca o sono ca… tuoi
    Con 11 caratteristiche e decine di abilità un personaggio non riuscirà mai a difendersi da tutto in maniera sufficiente, e se a bassi livelli si parla di tirare 4 dadi per resistere a 6, ad alti livelli ne tiri 6 per resistere a più di 10

    Un altra nota dolente è la magia, chi ha scritto gli incantesimi non ha nemmeno provato a leggere quello che scriveva chi faceva la storia.
    Perché il clan del granchio dovrebbe fare la guerra ai falchi? Per carestia??????
    Ma se il più umile dei loro bonzi della terra appena terminati può gli studi, può far crescere un raccolto alla settimana?
    Ed è solo l’esempio più lampante
    Un castello viene espugnato perché non sono stati in grado di chiamare rinforzi?
    Ma se ci sono magie e oggetti magici che fanno da telefono, e nessun modo per bloccare o intercettare queste comunicazioni?
    Epidemia? Un mago al primo livello guarisce ogni malattia non magica
    Ninja invisibile? Con pochissime eccezioni, come il castello di Togashi,può entrare in qualsiasi palazzo, avvelenare il Daimyo, rapinare il rapinabile e uscire senza che nessuno lo veda. Perché ci sono dozzine di tecniche e magie per nascondersi, ma quelle che le contrastano sono poche, durano per pochi minuti, le possono usare in pochi.

    Ti vengono a dire che uno shugenja considera sacra la sua magia e si rifiuta di venderla o usarla per scopi disonorevoli, ma è ovvio che i giocatori useranno ogni stratagemma possibile per raggiungere il loro scopo, e il rokugan è pieno di gente altrettanto priva di scupoli

    Penserai che è un gioco che disprezzo, in realtà avevo quasi tutti i libri di prima e seconda edizione. Ci ho giocato per quasi 20 anni e quando uscii la quarta feci addirittura un copia incolla di tutte le scuole di tutti i libri per averle su un solo quaderno e impagnate come volevo io…
    Ti ho fatto esempi estremi per metterti in guardia sui problemi che inevitabilmente vengono fuori in gioco

    5 rings va giocato da persone a cui non importa di fare il kamikaze, perché lo spirito del gioco è combatti, muori in maniera gloriosa, fai un nuovo kamikaze ancora più forte che muoia in maniera ancora più gloriosa
    Quindi molti giocatori non si trovano bene

  2. eldritch horror 24 Febbraio 2017 – 09:58

    Ok sono dei bei consigli ma io cercavo solo una campagna prefatta così da non doverla stare a scrivere tutta…

  3. Zero_

    giancarlo Vai al profilo 24 Febbraio 2017 – 17:02

    In questo caso ho sempre altre dima

  4. Zero_

    giancarlo Vai al profilo 24 Febbraio 2017 – 17:17

    Scusa, sto usando il telefono e faccio qualche errore…
    Dicevo, se vuoi una campagna già pronta la mia domanda è quanto vuoi che duri il party e quando vuoi ambientalra,perché l’ambientazione della prima edizione è più di un secolo prima di quella della quarta e molte cose sono così cambiate che è difficile adattare le avventure di un periodo per un altro.
    Della prima edizione ricordo l’anvil of despair che era una mini campagna molto difficile, e poi quella sul clan della lepre che cominciava nel primo libro base, con la caduta del clan, e si concludeva dopo le guerre dei clan con la sua restaurazione…
    Ci sono anche molte avventure singole che puoi inserire all interno di questo periodo, e che dovresti poter reperire, e che partendo dal periodo di prima della guerra, arrivano alla guerra civile, il colpo di stato contro l’imperatore, l’uccisione di Fu Leng e l’instaurazione del nuovo imperatore..
    Questa è la campagna “standard” di prima e seconda edizione, e le sue avventure e riferimenti si trovano sparsi nei libri dei clan o in quello della città imperiale…

    Un ultimo consiglio che è fondamentale per la campagna che intendi fare: limitare la scelta dei clan dei tuoi giocatori
    Perché personaggi di clan diversi possono fare avventure assieme per un periodo limitato di tempo, e finché dai la caccia a mostri e banditi va tutto bene
    Ma se fai una campagna politica come quella delle guerre dei clan potresti avere metà del party che deve scegliere se tradire il suo clan o uccidere gli altri giocatori per impedire che la loro missione abbia successo
    Quindi i personaggi vanno presi dallo stesso clan, o da clan di cui sono stretti alleati, e che hanno interesse a concludere la campagna nella direzione che ti aspetti

  5. eldritch horror 24 Febbraio 2017 – 17:24

    Pensavo di fare una campagna di 10 sessioni e a riguardo avevo preso delle ambientazioni che si adattano molto bene alla quarta edizione: time of the void, mirror mirror e un’altra con dei ninja senza volto che però non mi ricordo come si chiama.
    Sono tutte adattabili alla quarta edizione ed a mio avviso è più divertente se ai player si lascia scegliere senza limitazioni…se poi dovranno fare delle scelte, le faranno e il gioco risulterà più coinvolgente

  6. Zero_

    giancarlo Vai al profilo 24 Febbraio 2017 – 17:55

    Dipende dai tuoi giocatori, quanto siete affiatati e tutto il resto…
    Alla fine l’inportante è divertirsi
    Comunque sulla 4 edizione conosco molto poco a livello di ambientazione, quando ci giocai usai le regole per la campagna classica, mi spiace :/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.