[D&D5e online] campagna survival ambientata in medioevo distopico nella bassa Germania

Ciao a tutti!

Cerco giocatori/giocatrici che si uniscano alla campagna in oggetto, riporto di seguito un po’ di informazioni sull’ambientazione e in fondo info logistiche.

Nell’ambientazione gli eventi sono andati molto diversamente da come sono andati in realtà, i giocatori avranno modo di saggiare le profonde differenze con quella che ci aspetteremmo essere la società nel medioevo che conosciamo. Una differenza per tutte, è che gli dei non solo esistono davvero e sono tangibili nelle loro manifestazioni, ma il cristianesimo non ha mai preso piede. In compenso altre realtà hanno avuto una grande espansione, ma i vostri personaggi sono ignari di questo.

Livello tecnologico

Il livello tecnologico si attesta da qualche parte tra l’anno 900 e il 1100. Non certo il rinascimento.

Le divinità

Le divinità dell’ambientazione sono 3: Urbanus, Zarus e Sheogorath.

Urbanus, LN

Urbanus è il dio protettore della città e degli insediamenti umani.

Simbolo: Un volto di pietra blu con maschera di metallo che mostra un’espressione severa

Domini: Artificio, Città, Conoscenza, Legge, Protezione

Arma Preferita: Gladio

Armi secondarie: Mazzafrusto pesante, balestra

Culto: 12 chierici di Urbanus mascherati come avatar della divinità. Indossano continuamente la pesante maschera di pietra e metallo montata su di una spalliera realizzata su misura e coperta da un grande mantello: nessuno conosce la loro vera identità ed essendo anche poco loquaci, il travestimento li rende indistinguibili tra loro.
La guardia cittadina, guidata dal Luogotenente, ha equipaggiamento da legionari, con scudo e gladio.

Zarus, LM

Zarus è una divinità che incarna lo spirito del feudalesimo e dell’individualismo.

Simbolo: Un volto d’oro adirato e urlante

Domini: Destino, Forza, Guerra, Legge, Male

Arma preferita: Zweihander o Flamberga (spadone)

Armi secondarie: Lancia, stocco

Culto: insieme di Inquisitori con capacità di individuare la magia, sono a capo dei guerrieri del culto ma devono rispondere al Luogotenente.

Sheogorath, CN

Simbolo: Un volto ghignante, coperto per metà da un mano, sulla quale è dipinta l’altra metà con una smorfia di dolore

Domini: Caos, Follia, Fortuna, Inganno, Viaggio

Arma preferita: Rete

Armi secondarie: Frusta, pugnali

Culto: Misterico, come quello di Mitra nell’antica Roma. Nessuno sa chi conosce i segreti di Sheogorath, che vengono rivelati in un complesso quanto segreto iter di iniziazione. Gli oracoli di Sheogorath sono in grado di lanciare incantesimi, il focus divino è il tatuaggio che hanno sulla mano, e la componente somatica è rappresentata dal porre la mano tatuata con metà volto piangente a coprire metà del viso ghignante (o viceversa).

Gli insediamenti umani

Gli umani vivono nelle città. Non esiste un regno effettivo, ognuna di esse è a tutti gli effetti una città stato con le proprie leggi, usi e costumi.
Tuttavia, all’interno della cinta di mura di ogni città vivono tutti gli abitanti. Che poi possono andare a lavorare nei dintorni della città (contadini, conciatori), ma raramente dormono fuori.
Ci sono anche villaggi, ma sono molto meno popolosi e non sono strettamente insediamenti permanenti.

Politica della città

La vita politica di una città ruota intorno ai culti delle tre divinità: Urbanus, Zarus, Sheogorath, con una figura di moderatore: il Duca/Barone.

Il culto di Urbanus, composto principalmente dai 12 chierici di Urbanus, gestisce la guardia cittadina, organismo preposto alla difesa della città e all’ordine pubblico, a capo del quale è il Luogotenente di Urbanus, figura eletta dagli stessi chierici tra le fila della guardia cittadina.

Il culto di Zarus si occupa principalmente della caccia alle streghe – senza roghi – e alla gestione dei dissidenti, ma nei periodi di minore attività coadiuva la guardia cittadina nell’ordine pubblico e nella difesa della città.

Il culto di Sheogorath è segreto: non si sa nulla della composizione dei capi del culto – le decisioni vengono prese in segreto e riferite direttamente al duca.

Il Duca è una figura di bilanciamento e moderazione tra le tre fazioni, ha diritto di veto sulle decisioni ed è parte integrante della vita politica della città, oltre a poter disporre della ricchezza per il bene comune.

La Foresta Nera

La Foresta Nera è stata chiamata così da tempo immemore, ma nessuno ricorda perché, ma le madri raccontano ai propri figli paurosi racconti per evitare che possano mai avventurarsi.

Le città di Punalin, Baden-Baden e Basilea sono circondate dal fitto degli alberi: pochi sono i campi coltivati, perché nessuno si azzarda a disboscare se non per reale necessità né tantomeno avventurarsi nel fitto della foresta, dove il sole penetra con difficoltà.

Più a Sud di Basilea, ridente cittadina che si affaccia sul lago di Costanza, nessuno è mai riuscito ad andare. Chi lo ha fatto è stato ritrovato in altri insediamenti senza alcuna memoria di averlo fatto.

La magia

La magia non è affatto ben vista, l’inquisizione di Zarus fa un lavoro capillare per scovare chi eventualmente ne è capace e la mette in pratica di nascosto, ed imprigionarlo con un corpo di guerrieri, i Cavalieri di Zarus, motivo per il quale non esistono maghi o persone che comunque studiano la magia, ma solo poveri esseri umano che nascono con la suscettibilità alla magia e che vengono perseguitati, imprigionati o uccisi.

Persino i chierici di Urbanus sono restii a lanciare incantesimi di guarigione. I veri motivi di questa malcelata paura e delle motivazioni della caccia alle streghe non sono noti.

Indicazioni per la creazione di PG

Razze

La razza è preferibilmente umana. Se un giocatore intende giocare altra razza, questa deve poter passare come umana o potersi camuffare.

Classi

Per necessità di ambientazione non è possibile giocare incantatori che studiano la magia, sono quindi ammessi solo incantatori spontanei, ad esclusione dei chierici che non sono comunque giocabili.

 

Aspetti logistici:
– si gioca online
– cadenza settimanale
– sera a scelta dal lunedì al giovedì, dalle 21:00 alle 24:00
– si comunica tramite un gruppo WhatsApp
– si gestiscono le disponibilità tramite un sondaggio

Sia l’ambientazione sia lo stile di gioco conferiscono la giusta importanza all’interpretazione

Sono molto importanti la costanza e la disponibilità.

Trifaux

Pubblicato da Trifaux

Ho 35 anni, sono stato Giocatore e Master di D&D 5a edizione, in passato Pathfinder prima edizione, Call of Cthulhu e D&D 3.5 - 3.0

7 commenti su “[D&D5e online] campagna survival ambientata in medioevo distopico nella bassa Germania”

  1. Marco 20 Febbraio 2022 – 10:41

    Ciao, sono interessato all’avventura.
    Contatto discord: goyatlay#4195
    Fammi sapere

    1. Marco 20 Febbraio 2022 – 10:45

      Nome telegram: Goyatlay

  2. Aristodemo Vai al profilo 20 Febbraio 2022 – 16:15

    Ciao ho 34 anni e sono molto interessato a questa campagna che per alcune caratteristiche ( tra queste la più figa è che si tratta di un mondo distopico) mi attira molto. Non sono un giocatore esperto ma assicuro presenza, costanza e divertimento.

    1. Aristodemo Vai al profilo 20 Febbraio 2022 – 16:18

      Su Discord sono: Gorwind#0759

  3. Davide 20 Febbraio 2022 – 19:09

    Ciao lascio watsup sono molto interessato

  4. giorgio 28 Febbraio 2022 – 17:28

    ciao, ho 33 anni, sono molto interessato. ti lascio il mio contatto telegram: innommeghiddo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.